AZIENDA
CONTATTI
PRODOTTI
GALLERIA
APPLICAZIONI
AREA CLIENTI
PUBBLICAZIONI
PRODOTTI RECUPERATORI A PIASTRE
I recuperatori di calore a piastre sono scambiatori che permettono il trasferimento di calore tra due flussi d'aria sotto l'azione di una differenza di temperatura.
L'utilizzo di tali apparecchi consente sensibili risparmi sui costi di esercizio negli impianti di condizionamento e permette quindi il recupero dell'energia, sotto forma di calore, che diversamente andrebbe perduta.

Di seguito potete trovare le caratteristiche generali dei recuperatori di calore a piastre:
bassi costi d'installazione e di esercizio
completa separazione dei flussi
assenza di parti in movimento
facile adattabilità ad ogni impiego
prodotti con materiali adeguati alle caratteristiche dei diversi ambienti
basse perdite di carico
alta efficienza
facile pulizia e minima manutenzione
azione efficace per lo smorzamento dei rumori
recuperatore a piastre
recuperatore a piastre
PER SAPERNE DI PIÙ

GAMMA MODELLI  ›  DIMENSIONI, PRESTAZIONI, APPLICAZIONI

Serie B

Serie B

DOWNLOAD PDF
 
Applicazioni
› Condizionamento e riscaldamento
› Piscine e Ospedali
› Ventilazione industriale
› Ricambio aria con recupero
› Cabine di verniciatura
› Recupero di fumi di combustione
› Data Center

Serie B

  Dimensioni
Di seguito trovate una tabella di scelta rapida.
A seconda delle opzioni introdotte, le dimensioni possono variare rispetto a quelle qui riportate.

Modello W (mm) L (mm)
03 300 Max 500
04 400 Max 500
05 500 Max 900
06 600 Max 1000
07 700 Max 900
08 805 Max 1800
09 905 Max 1800
10 1005 Max 1800
12 1205 Max 1800
14 1400 Max 1500
16 1610 Max 1800
18 1810 Max 1800
20 2010 Max 1800
24 2410 Max 1800
Prestazioni
Recuperator mette a disposizione il programma di calcolo Rex.

Modello Portata m3/h
03 300
04 700
05 2000
06 3500
07 4000
08 4700
09 8000
10 10500
12 13500
14 15000
16 16000
18 19000
20 21000
24 23500
 
Serie F

Serie F

DOWNLOAD PDF
 
Applicazioni
› Condizionamento e riscaldamento
› Piscine e Ospedali
› Ventilazione industriale
› Ricambio aria con recupero
› Cabine di verniciatura

Serie F

  Dimensioni
Di seguito trovate una tabella di scelta rapida.
A seconda delle opzioni introdotte, le dimensioni possono variare rispetto a quelle qui riportate.

Modello W (mm) L (mm)
07 705 Max 1600
08 805 Max 1600
09 905 Max 1600
10 1005 Max 1800
12 1205 Max 1800
14 1410 Max 1800
16 1610 Max 1800
18 1810 Max 1800
20 2010 Max 1800
24 2410 Max 1800
Prestazioni
Le prestazioni sono indicative: per un'esatta valutazione, Recuperator mette a disposizione il programma di calcolo Rex.

Modello Portata m3/h
07 4800
08 3300
09 7500
10 10800
12 14500
14 15500
16 15700
18 22500
20 27500
24 31000
 
Serie A

Serie A

DOWNLOAD PDF
 
Applicazioni
› Recupero in abitazioni a limitato consumo energetico

› Preriscaldamento e preraffreddamento dell'aria nelle unità di trattamento

› Dissipatore di calore all'interno di Shelters e Cabinets della telefonia mobile
› Condizionamento e Riscaldamento
› Data Center
› Piscine e Ospedali

Serie A

  Dimensioni
Di seguito trovate una tabella di scelta rapida.
A seconda delle opzioni introdotte, le dimensioni possono variare rispetto a quelle qui riportate.

Modello W (mm) L (mm)
03 300 Max 500
04 400 Max 500
05 500 Max 500
06 600 Max 500
08 805 Max 1800
09 905 Max 1800
10 1005 Max 1800
12 1205 Max 1800
16 1610 Max 1800
18 1810 Max 1800
20 2010 Max 1800
24 2410 Max 1800
Prestazioni
Le prestazioni sono indicative: per un'esatta valutazione, Recuperator mette a disposizione il programma di calcolo Rex.

Modello Portata m3/h
03 310
04 780
05 1300
06 1600
08 8500
09 9000
10 9500
12 10500
16 11500
18 12300
20 12900
24 14200
 
Serie STK

Serie B

DOWNLOAD PDF
 
Caratteristiche
› Prezzo conveniente
› Modelli disponibili 04 - 05 - 06
› Lunghezze da 200 a 1800 mm
› Pressione differenziale massima 1500 Pa
› Pacco scambiatore in lamiere di Alluminio "AL"
› Fianchi di spessore ridotto "AZ" e profilo angolare in Alluminio per installazione rapida "CD"
› Sigillatura supplementare del pacco scambiatore "SC" e sigillatura senza l'impiego di silicone "NS"

Modulari
  Descrizione e Schema
› Gli apparecchi modulari Recuperator sono realizzati tramite la combinazione di più modelli base (evidenziati nella tabella dati) per ogni grandezza.

› Durante l'installazione è necessario assicurare la tenuta tra i fianchi tramite l'impiego di apposite guarnizioni o sigillanti.

Modulari
Prestazioni e Dimensioni
Di seguito trovate una tabella di scelta rapida. Le prestazioni sono indicative: per un'esatta valutazione, Recuperator mette a disposizione il programma di calcolo Rex.

Modello W (mm) L (mm) Portata m3/h η % ΔP (Pa)
STKx 04 400x400 200÷1500 1000÷7500 ›50 ‹250
STKx 05 500x500 300÷1500 1900÷9400
STKx 06 600x600 400÷1800 3200÷14600
 

ALTRI MODELLI  ›  VAPOBLOC

Scambiatore di calore entalpico a flussi incrociati.

VAPOBLOC
 
Vapobloc   Membrana Vapobloc

MATERIALI

Il materiale delle piastre ha un'influenza trascurabile sulla trasmissione del calore. Più importanti sono le considerazioni sulla resistenza alla corrosione ed al costo. Date le sue caratteristiche di resistenza alla corrosione, facilità di lavorazione, ininfiammabilità e durata, si usa l'alluminio nella maggior parte delle applicazioni. In ambienti con atmosfera aggressiva, l'alluminio viene protetto da un rivestimento di vernice non tossica a base epossidica resistente alla corrosione (versione AC). Nel caso infine di temperature di esercizio molto elevate (superiori a 200°C) o di applicazioni industriali di processo, possono venire impiegate leghe di acciaio inox.  
applicazioni   funzionamento-recuperatore

OPZIONI  ›  TELAIO, FIANCHI, COPRITESTA, SIGILLATURA, BY-PASS CON O SENZA SERRANDA

Sono previste diverse opzioni nel caso di applicazioni particolari, per garantire il corretto funzionamento per ogni tipo di esigenza.

Telaio
L'importanza del telaio non deve essere sottovalutata poiché con piccoli accorgimenti è possibile avere soluzioni che comportano notevoli risparmi di tempo e di denaro. Il telaio è composto dai fianchi e copritesta.
 
opzione TV (telaio verniciato)
Il tradizionale telaio può essere protetto con una vernice epossidica contro eventuali sostanze aggressive. Questa opzione è solitamente associata ad alette verniciate "opzione AC".
  telaio_TV
opzione RF (telaio rinforzato)
Nel caso di applicazioni in cui il recuperatore può subire sollecitazioni meccaniche particolarmente intense o nel caso di apparecchi molto lunghi, il telaio può essere rinforzato.
  telaio_RF
Telaio/Fianchi
I fianchi degli scambiatori di calore standard possono essere in alluminio o acciaio zincato (in accordo con le schede tecniche presenti nella versione aggiornata del programma di selezione).
 
Fianco AR
Fianchi laterali in acciaio zincato, con piano liscio e semplicità di installazione (slide-in).
Disponibile su tutti i modelli serie B con fianchi da 20 mm (escluso B02), e sui modelli F07 ed F08 con fianchi da 30 mm.
  Fianco AR
Fianco AE
Fianchi laterali in acciaio zincato, con doppia piega laterale, predisposti per l'installazione a canale.
Disponibili su tutti i modelli serie B ed F (escluso B02), possono avere uno spessore che varia da 20mm a 40 mm.
  Fianco AE
opzione AZ (Fianchi ridotti)
Fianchi laterali in alluminio, realizzati con spessore ridotto di 1mm, con piano liscio e semplicità di installazione (slide-in).
Questa soluzione (prerogativa di alcuni modelli della serie B) permette di avere una maggior superficie alettata, che può risultare importante in piccoli spazi. Questi apparecchi risultano inoltre molto leggeri e facili da maneggiare.
  opzione AZ (Fianchi ridotti)
Telaio/Copritesta
I copritesta standard sono realizzati con profili di alluminio su disegno e matrice depositati da Recuperator. Sono realizzati con angolo di 90° e su tutta la lunghezza presentano gli inviti per le forature per installazione a canale.
 
opzione CD
(profili speciali, associata a fianchi AZ o AR)

Agli scambiatori di calore possono essere applicati dei copritesta speciali tali da rendere gli stessi velocemente installabili nelle unità di trattamento dell'aria.
  opzione CD
opzione CS (profili smussati 45°)
Gli scambiatori di calore della serie B possono essere dotati di speciali profili smussati. Generalmente questo tipo di copritesta è accompagnato dai fianchi ridotti (opzione AZ)
  opzione CS
Sigillatura
Recuperator fa uso di vari tipi di sigillanti per i diversi impieghi. Il sigillante normalmente utilizzato è il Modify Silicon a base non siliconica.
 
Opzione NS (senza silicone)
Gli apparecchi Recuperator sono prodotti senza l'utilizzo di silicone. In alcune applicazioni però (per esempio per temperature elevate), per poter garantire la tenuta tra i flussi d'aria, è necessario l'impiego di questo sigillante.
  Opzione NS
Opzione SC (sigillatura supplementare)
Gli apparecchi della Serie F sono prodotti con sigillatura meccanica, opzione "SM". Per garantire una maggiore tenuta fra i due flussi d'aria, è possibile applicare una sigillatura supplementare. Questa opzione è consigliata in particolari applicazioni quali ospedali, camere bianche, cabine di verniciatura etc. Negli apparecchi della serie B, l'opzione "SC" è standard.Gli apparecchi Recuperator sono stati testati in laboratori indipendenti con ottimi risultati e i diagrammi di tenuta sono a disposizione.
  Opzione SC
Opzione XS
(resistenza ad alta pressione differenziale)

Durante la produzione, le piastre possono essere sottoposte ad uno speciale trattamento in modo da divenire resistenti a differenze di pressione fino a 2500 Pa.
  Opzione XS
By-pass
Recuperator dispone di un'ampia gamma di serrande di by-pass che vengono montate direttamente sul telaio del recuperatore. Le serrande vengono prodotte con pale in alluminio, ingranaggi in materiale plastico e sono dotate di guarnizioni di tenuta. Recuperator mette a disposizione i diagrammi di tenuta delle serrande testate nei laboratori del Politecnico di Torino.

Per tutti i tipi di serranda, è disponibile la versione in alluminio standard ed alluminio con rivestimento epossidico.
 
Opzione BS
(by-pass laterale senza serranda)

Gli scambiatori di calore sono provvisti di una sezione di by-pass laterale senza serranda.
  Opzione BS
Opzione BP
(by-pass laterale con serranda)

Gli scambiatori di calore sono provvisti di una sezione di by-pass laterale e muniti di una serranda.
  Opzione BP
Opzione BC
(by-pass centrale con serranda)

Gli scambiatori di calore sono provvisti di una sezione di by-pass centrale con serranda.
  Opzione BC
opzione BD (comando interno)
By-pass laterale con comando interno, per ridurre al minimo gli ingombri
  Opzione BL
Serrande speciali (disponibili su richiesta)
 
Opzione BZ
(by-pass centrale senza serranda)

Gli scambiatori di calore sono provvisti di una sezione di by-pass centrale senza serranda. La scelta di questo tipo di by-pass è consigliata negli apparecchi molto lunghi; questa soluzione favorisce il passaggio dell'aria, riducendo turbolenze e perdite di carico all'imbocco.
  Opzione BZ
Opzione BB
(by-pass centrale con serranda e servocomando interno)

Questa soluzione permette di tenere il motore che aziona la serranda all'interno della centrale.
  Opzione BB
Opzione BV
(by-pass laterale con serranda a pale verticali)

Questa soluzione permette di tenere il motore che aziona la serranda all'interno della centrale, ed è consigliata solo nel caso di apparecchi corti.
  Opzione BV
Opzione BM
(by-pass laterale con monopala)

Gli scambiatori di calore sono provvisti di una sezione di by-pass laterale all'interno della quale viene installata una pala per la regolazione del flusso. La pala viene fornita separatamente con il kit di montaggio.
  Opzione BM
Opzione BY
(By-pass laterale con monoserranda interna solo nel lato di by-pass)

  Opzione BY
Opzione BL
By-pass laterale con serranda corta per albero interno

  Opzione BL

NOTE TECNICHE  ›  INSTALLAZIONI, CONDENSAZIONE, PRESSIONI, REGOLAZIONE, MANUTENZIONE

Tipologie installazione
La direzione dei flussi d'aria non è di importanza rilevante; è comunque consigliato che l'aria espulsa attraversi il recuperatore dall'alto verso il basso, nei casi in cui si preveda la formazione di condensa. Alcuni esempi dell'andamento dei due flussi d'aria: utilizzando un unico recuperatore. È possibile, in casi particolari, utilizzare più recuperatori per ovviare ad inconvenienti come: il limitato spazio disponibile o una grande differenza tra le due portate. I disegni mostrano alcuni esempi.

 
flusso-incrociato   flusso-incrociato
in-serie   in-serie
parallelo-incrociato   serie-parallelo
equicorrente   serie-parallelo
Condensazione
I recuperatori a piastre non permettono il passaggio di umidità da un flusso all'altro, ma possono utilizzare parte del calore latente contenuto nell'aria umida espulsa. Infatti in caso di temperature esterne molto basse, se la corrente d'aria di espulsione viene raffreddata fino a raggiungere la sua temperatura di rugiada, si ha formazione di condensa ed il calore liberato nel cambiamento di fase (calore latente) viene ceduto alla parete del recuperatore.
 
La direzione dei flussi d'aria normalmente non è di importanza rilevante; nei casi in cui si preveda la formazione di condensa tuttavia é bene che l'aria espulsa attraversi il recuperatore dall'alto verso il basso. In questo modo per effetto della forza di gravità, la condensa defluisce nella parte inferiore del canale o della centrale di trattamento aria,dove è consigliabile prevedere uno scarico dotato di sifone.   Condensazione
Pressione differenziale
Durante il funzionamento, all'interno del recuperatore, il circuito di mandata e quello di ripresa si trovano a differenti pressioni; ciò è dovuto alla potenza dell'impianto, al posizionamento dei ventilatori ed alle perdite di carico dell'impianto stresso. Elevate pressioni differenziali possono deformare le piastre e qualora superassero i limiti costruttivi indicati nel programma di calcolo Rex e nei cataloghi, potrebbero danneggiare permanentemente lo scambiatore causando riduzione dell'efficienza, alterazione del flusso e contaminazione eccessiva.
 
Per applicazioni che richiedano alte velocità e/o alte pressioni differenziali (ad esempio le strutture ospedaliere), Recuperator mette a disposizione una speciale costruzione per una maggiore resistenza.   Pressione differenziale
Regolazione
Se la temperatura della corrente d'aria umida è inferiore al punto di rugiada, si ha condensazione con pericolo di formazione di ghiaccio, il quale causa un aumento delle perdite di carico ed una diminuzione delle prestazioni del recuperatore.
La formazione di ghiaccio può essere controllata sia preriscaldando il flusso d'aria in ingresso che deviandone una parte. La soluzione di by-pass è generalmente più conveniente, dal punto di vista economico, rispetto a quello del preriscaldamento.
 
Le serrande vengono montate sul telaio del recuperatore ed i settori di by-pass sono dimensionati in modo da presentare perdite di carico simili a quelle che si hanno all'interno del recuperatore.   Regolazione
Manutenzione
Gli apparecchi Recuperator non hanno parti in movimento, quindi non è necessaria la manutenzione meccanica. In presenza di polvere o di sostanze inquinanti è necessario prevedere dei filtri adeguati a monte del recuperatore.

Manuale Avviamento e Manutenzione
 
È possibile pulire gli apparecchi con aria compressa (nel caso di deposito di polveri) facendo attenzione a non danneggiare le piastre e le sigillature, o spruzzando con detergenti nel caso di depositi grassi. Soluzioni fortemente alcaline o altre sostanze aggressive per l'alluminio o il sigillante sono ovviamente da evitare.

Nota: in paesi soggetti a tempeste di sabbia, è necessario prevedere filtri per sabbia e successivi filtri a tasche ad alta efficienza sulla presa d'aria esterna.
  Manutenzione

NOMENCLATURA

nomenclatura-piastre
Recuperator S.p.A.
via Valfurva, 13
20027 Rescaldina (Mi), Italy
T +39.0331.18531
info@recuperator.eu
P.IVA: 01816030157
Recuperator è anche su: